Blog

Correre 20 minuti al giorno allunga la vita: uno studio lo rivela

Correre 20 minuti al giorno allunga la vita: uno studio lo rivela

Correre per soli pochi minuti al giorno anche a bassa velocità può ridurre significativamente il rischio di disturbi cardiovascolari rispetto a coloro che non corrono affatto.

Gli effetti benefici dell’esercizio fisico sul nostro benessere li conosciamo bene. In particolare la corsa, sport aerobico per eccellenza, ha molteplici aspetti positivi che giovano al nostro fisico ma anche allo spirito. Prefetta per tonificare gambe e glutei questo sport aiuta positivamente il nostro metabolismo lipidico ed il bilancio energetico aiutandoci, in questo modo, a smaltire i chili di troppo.

Non solo, una moderata attività fisica è fondamentale per mantenersi in buona salute secondo diversi studi. Uno dei più recenti, uno studio americano pubblicato sulla rivista scientifica Pubmed dal titolo gli “Effetti della corsa sulle malattie croniche e cardiovascolari”, ha evidenziato che la corsa può aumentare notevolmente l’aspettativa di vita riducendo fino al 50% i disturbi cardiaci.

Ma il punto davvero sorprendente della ricerca è che tali vantaggi non dipendono in modo significativo da tempo, lunghezza, velocità e frequenza dell’attività di corsa. Secondo lo studio della Mayo Foundation for Medical Education and Research, soggetti di entrambi i sessi e di tutte le età ottengono i massimi benefici già con 15 20 minuti di corsa al giorno. In pratica correre 70 minuti a settimana – o approssimativamente 10 chilometri – può proteggere da infarti, artriti, diabete, colesterolo alto, pressione alta e anche alcune tipologie di cancro.

La corsa può essere davvero la nostra “kryptonite”, e per lo stesso principio, anche camminare o fare walking program fa bene per combattere l’obesità, malattie cardiache e diabete. E il bello che sia la corsa che la passeggiata sono accessibili a tutti facilmente.

Tutto ciò che serve è solo un paio di scarpe comode e 20 minuti di libertà.

Postato in: News

Lascia un commento (0) ↓

Lascia un commento